Blue Whale a Catoosa con Daniele sopra

Route 66 Oklahoma: il percorso, le tappe, le attrazioni

Route 66 Oklahoma: da Galena (Kansas) a Texola
Ore di viaggio: circa 6 e 40 minuti, da suddividere tranquillamente in due o tre giornate

IL PERCORSO, LE TAPPE E LE ATTRAZIONI

Chelsea (circa 1 ora e 10 minuti): sei ufficialmente entrato in Oklahoma ed ecco un’altra meta bizzarra da raggiungere, l’Ed Galloway’s Totem Pole Park (21300 OK-28 A, Chelsea). Un parco di circa 57.000 mq composto da 11 strutture uniche, tra cui il Totem di cemento più grande del mondo. Questo totem è costituito da 6 tonnellate di acciaio, 28 tonnellate di cemento e 100 tonnellate di roccia e sabbia. La sua costruzione fu completata nel 1948.

Route 66 in Oklahoma

Catoosa (circa 45 minuti): fai una deviazione verso Catoosa per vedere la famosa Blue Whale (2600 OK-66, Catoosa), uno dei luoghi più riconoscibili e fotografati della Route 66. Costruita tra il 1970 e il 1972 da Hugh S. Davis come regalo di anniversario per sua moglie Zelta, è facilmente riconoscibile dalla strada. Questo è anche il luogo perfetto per fare un bel pic-nic nel parco che circonda la balena blu.

Blue Whale a Catoosa, Flavia sotto il cartello Welcome

Tulsa (circa 20 minuti): a Tulsa ci sono diverse attrazioni uniche della Route 66. Passa con l’auto da Cyrus Avery Centennial Plaza (1324 Southwest Blvd, Tulsa), nella piazza troverai le otto bandiere degli stati della Route 66, un ponte dedicato alla Mother Road che attraversa la strada e una statua di bronzo rappresentante “East meets West” (l’est incontra l’ovest). Poco più avanti fermati ad ammirare quelli che vengono definiti Route 66 numbers 1, 2, 3 (2501 Southwest Blvd, Tulsa), tre sculture che la città di Tulsa ha deciso di dedicare alla Route 66. Situate nello storico Howard Park, le tre colonne calcaree sono state realizzate dallo scultore Patrick Sullivan e sono alte circa 3 metri (10 piedi). Ti consiglio di terminare la tua visita con il Tulsa Route 66 Gateway Arch (4261 Southwest Blvd, Tulsa). Costruito nel 2014, questa insegna della Mother Road illumina la strada con i suoi 12 metri (39 piedi) di altezza e più di 14 metri (48 piedi) di larghezza. Accanto all’arco puoi infine vedere l’opera dell’artista Eileen Gay chiamata “Floating Hanger”. Ispirato all’idea dei macchinari in movimento, la scultura celebra la storia di petrolio e trasporti della città come parte della Route 66 attraverso immagini e ingranaggi.

Tulsa Route 66 Numbers 1-2-3

Tulsa Gataway Arch

Sapulpa (circa 15 minuti): ecco un altro primato, the World’s Largest Gas Pump, la Pompa di Benzina più grande del mondo (13 Sahoma Lake Rd, Sapulpa). Situata di fronte all’Heart of Route 66 Auto Museum, vale la pena fare una foto prima di procedere per la prossima tappa.

Oklahoma City (circa 1 ora e 40 minuti): finalmente sei arrivato nella capitale dello stato di Oklahoma, vale la pena prendersi una giornata e girare un po’ la città. Qui ci sono diverse attrazioni da visitare, non tutte legate alla Mother Road. Ti segnalo:

    • National Cowboy & Western Heritage Museum, un museo dedicato al Far West e agli indiani d’America.
    • Oklahoma Railway Museum, un museo che raccoglie, conserva e interpreta manufatti e strutture del trasporto su rotaia di Missouri, Kansas e Texas tra il XIX e il XX secolo.
    • Paseo Arts District, il quartiere artistico della città. L’area ospita più di 22 gallerie con l’esposizione di opere di oltre 80 artisti. Il primo venerdì di ogni mese tutte le gallerie sono aperte dalle 18 alle 22 per quella che si chiama Art Walk, una passeggiata immersa nell’arte.
    • Bricktown Entertainment District. Concediti un giro con il Bricktown Water Taxi (il taxi acquatico) attraverso il quartiere e, una volta terminato, goditi questa parte della città famosa per essere il distretto di intrattenimento e ristorazione più alla moda di Oklahoma City.

Hydro (circa 1 ora): fermati ad ammirare Lucille’s Historic Highway (3124 Rote 66, Hydro). Costruita nel 1927 e acquistata da Lucille e Carl Hamons nel 1941, questa stazione della Route 66 è stata trasformata in una Roadhouse nel 2006.

Elk City (circa 50 minuti): una tappa obbligatoria è il National Route 66 & Old Town Museum (2717 W 3rd St, Elk City), l’eccezionale ricostruzione di una cittadina degli anni Trenta. Dalla vita dei pionieri di Oklahoma alla vita della fattoria, dal ranch al maniscalco, dai trasporti alla trattoria in cui mangiare con un jukebox ancora funzionante: un tuffo nel passato che secondo me vale la pena.

Elk City Old Town Museum

Texola (circa 40 minuti): il suo motto è “There is no place like Texola”, considerata quasi una ghost town, la sua popolazione è passata da 581 abitanti nel 1930 a meno di 50 nel 1990, per arrivare ai 36 di oggi. Fermati a osservare gli edifici rimasti, la One-Cell Jailhouse (la prigione locale costituita da una cella soltanto) e la “MagnoliaGas Station. Quale modo migliore per salutare l’Oklahoma?

Texola One-Cell Jailhouse

HAI ALTRI CONSIGLI DA DARE A CHI È IN PARTENZA PER LA ROUTE 66 IN OKLAHOMA? LASCIALI QUI SOTTO NEI COMMENTI OPPURE SUI SOCIAL UTILIZZANDO L’HASHTAG #BLACKSHEEPINMILAN 🙂

Annunci
Flavia Piantino Gazzano
flavia.gazzano@gmail.com

Digital enthusiast and growth hacker, with a strong passion for new technologies, social media and PR. She uses strategic communication as a strong asset in her life and has a creative approach to problem solving.

No Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.